Diventa ciò che sei

Milano
Nadia Valentina Galimberti
Da definire
Da finanziare
Mente

Il percorso “Diventa ciò che sei” parte dalla consapevolezza che ogni segno rispecchia quello che noi siamo e quello che noi viviamo. Attraverso diverse forme di arte (disegno, pittura, scultura), questo percorso accompagna ciascuna partecipante nel “diventare quello che è” in accordo con le sue risorse, attitudini e potenzialità.

Grazie all’arte, si manifesta in modo profondo ciò che si sente nella propria realtà interiore ed esteriore. L’arte quindi si configura come un canale privilegiato d’espressione e risorsa fondamentale nel processo d’individuazione e di costruzione della propria identità.

Informazioni sul progetto

  • Contesto

    Il Progetto si inserisce nel filone tematico “Mente” della Fondazione, che prevede percorsi che promuovono la consapevolezza e il benessere psicologico.

    L’arte può diventare, per le bambine, uno spazio protetto all’interno del quale sperimentare il cambiamento e l’attivazione di risorse.

    Ogni esperienza artistica legata ai sensi fa sempre nascere emozioni, che favoriscono a loro volta riflessioni, le quali inevitabilmente conducono verso una maggiore consapevolezza, autonomia di giudizio e libertà di pensiero.

  • Progetto

    Il percorso si articola in 7 tappe: 6 laboratori d’arte esperienziale tematici, di circa 2 ore ciascuno, ed una mostra finale. La scaletta dei laboratori è pensata in modo da sviluppare una crescente consapevolezza emozionale, prima individuale e poi relazionale.

    Nella prima parte di ogni incontro viene incentivata la conoscenza dei diversi materiali artistici e delle principali tecniche espressive attraverso il lavoro creativo libero.

    In particolare le bambine, in accordo ai loro specifici bisogni, avranno la possibilità di avvicinarsi a tutti i materiali, da quelli di controllo a quelli di non controllo (pennarelli, matite colorate, pastelli a cera, pastelli a olio, gessi, tempere, acquerelli, creta), quindi a diverse tecniche espressive.

    Nella seconda parte di ogni incontro ogni bambina si avvicinerà alle proprie risorse creative attraverso un percorso guidato in cui vengono proposte, di volta in volta, varie tematiche legate alla coscienza emozionale, da sviluppare liberamente attraverso il lavoro artistico.

    Nella terza parte di ogni incontro, come prassi metodologica, viene garantito un momento di riflessione e verbalizzazione mediante il quale ogni bambina ha la possibilità di interiorizzare l’incontro.

    Viene prevista a fine percorso una mostra all’interno della quale potranno confluire le opere realizzate, così da definire una cornice dove mettere in relazione le diverse produzioni artistiche. Questo momento si configura come spazio di grande importanza educativa che trasforma le differenze in punti d’incontro e permette di interiorizzare, attraverso un’esperienza di profondo impatto emotivo, tutti gli aspetti affrontati durante il percorso.

  • Risultato atteso e misurazione

    E’ prevista una misurazione (un questionario in entrata ed un questionario in uscita) mirata a verificare l’impatto su pensiero creativo e intelligenza emotiva, ascolto di Sé, delle proprie emozioni e dei propri bisogni, attitudine al confronto con il proprio immaginario individuale e quello altrui, e in fine crescita della gamma dei propri comportamenti esplorativi ed espressivi.

    Oltre alla mostra conclusiva, output finale del percorso, ogni tappa darà luogo ad un risultato intermedio, come ad esempio: un mandala costruito sulla riscoperta delle proprie risorse; il dipinto di un sogno con la sabbia, oppure la creazione del proprio animale totemico in carta pesta.

  • Partner

    Nadia Valentina Galimberti è mediatrice artistica ed Arteterapeuta Clinica, esperta di didattica d’arte e di metodologie di educazione attraverso l’arte.

    Da tempo si occupa della progettazione e della realizzazione di laboratori artistici ed attività che sostengono il pensiero intuitivo ed immaginativo, rivolte a bambini ed adulti.

    Il suo intervento mira a promuovere nell’individuo una maggior consapevolezza di sé attraverso le proprie risorse creative ed espressive, portando quindi ad un maggior benessere psicofisico.

Photogallery

Timeline

Aprile 2017

Idea

Giugno 2017

Attivata partnership