Zainotronico

Milano
Istituto Galilei-Luxemburg
Febbraio - Aprile 2017
In corso
Mestieri

Il Progetto nasce con un doppio obiettivo. Da un lato avvicina le bambine al mondo della robotica, dell’elettronica e dell’automazione con un linguaggio ludico e affascinante. Dall’altro promuove, con gli studenti dell’Istituto Galilei – Luxemburg coinvolti, la ricchezza e il valore aggiunto portati dalla diversità – in questo caso di genere e di età – nei mestieri tecnici nei quali si inseriranno dopo il Diploma.

Nel percorso proposto, tutti svilupperanno insieme un prototipo di carrello “porta zaino” e condivideranno la loro esperienza con professioniste del settore.

Informazioni sul progetto

  • Contesto

    Il Progetto si inserisce nel filone tematico “Mestieri” della Fondazione. Prevede percorsi che consentono di esplorare nuove opportunità e prospettive, fare esperienze inusuali e scoprire vocazioni.

    A livello mondiale la rappresentanza femminile nei settori tecnici è del 20% circa. Nell’Istituto Galilei – Luxemburg, la presenza femminile è pari al 7% – questo conferma la necessita di rimettere da subito in discussione stereotipi e pregiudizi nel campo dei mestieri scientifici.

    L’intento del percorso è di contribuire a colmare questo divario avvicinando le bambine ai mestieri tecnici anche grazie alle testimonianze di professioniste del settore: potranno trasmettere alle partecipanti la passione per il loro mestiere.

  • Progetto

    Il progetto si articola in 6 incontri di circa due ore l’uno.

    Il percorso inizierà mercoledì 28 febbraio 2017 (Laboratorio di meccanica, sede Via Paravia 31 – Milano) con un incontro conoscitivo tra bambine, studenti, insegnanti della scuola elementare IC Calasanzio e docenti dell’Istituto, plesso G. Galilei.

    Giorgio Bagnobianchi, scrittore per l’infanzia nonché ex preside di molte scuole di Milano, accompagnerà il percorso con un racconto inedito “Sherpa Dog”, realizzato per l’occasione. Nei successivi 4 incontri, tecnici, studenti e bambine svilupperanno insieme il prototipo di carrello portazaino.

     

    Gli incontri tecnici prevedono sia una parte didattica (fondamenti di meccanica e meccatronica, conoscenza dei componenti e delle loro funzioni) che pratica, il tutto basandosi su giochi – per esempio ritrovare componenti e la loro funzione attraverso una piccola caccia al tesoro – e attività manuali (la costruzione del prototipo).

    Gli incontri avverranno sotto la supervisione dei docenti dell’Istituto, specializzati nella divulgazione scientifica ai minori, e degli insegnanti delle bambine, in tutta sicurezza.

    L’incontro conclusivo vedrà la testimonianza di una professionista del settore – attraverso il dialogo che si svilupperà con bambine e studenti  potrà trasmettere la sua passione per un percorso di studio e di lavoro di carattere scientifico.

    Infine, in occasione della mostra, le partecipanti e gli studenti inviteranno famiglie, insegnanti, amiche e amici ad ammirare il prototipo costruito, presentando e commentando le attività realizzate durante il percorso.

  • Risultato atteso e misurazione

    Il percorso prevede una procedura di misurazione dei risultati basata su test specifici e su questionari di conoscenze e di gradimento in entrata e in uscita.

    Una piccola mostra verrà successivamente organizzata intorno al risultato tangibile del progetto, il prototipo di carrello “porta zaino” prodotto.

  • Partner

    L’Istituto Tecnico – Professionale Galilei – Luxemburg, nella periferia di Milano, è nato nel 1938 come “Istituto Tecnico Industriale per l’Ottica”, unico in Italia.

    Nel corso dei successivi decenni, l’Istituto si è arricchito di altre specializzazioni e conta ormai circa 1.000 studenti.

    Il percorso Zainotronico sarà coordinato dai docenti della classe V MA, indirizzo Meccanica e Meccatronica del Plesso G. Galilei e dagli insegnanti della V Elementare dell’IC Piazza AXUM

Timeline

Dicembre 2016

Idea!

Gennaio 2017

Partnership attivata

Gennaio 2017

Finanziato

Febbraio 2017

Avvio progetto